VUOI INSERIRE IL TUO BANNER QUI? VUOI PUBBLICIZZARTI? ALLORA SCRIVI A: heavymetalmaniac1@libero.it

mercoledì 10 giugno 2015

Område "Edari"

Full-length, My Kingdom Music
(2015)

Non sono molto avvezzo a sonorità troppo sperimentali, ma credo di essere in grado di saper distinguere un prodotto realizzato bene, riuscito, da qualcosa che invece rimane incompiuto e poco incisivo. Nel caso dell'esordio di questo duo francese troviamo qualcosa di davvero difficile da catalogare e, forse, anche da interpretare. 
Sono molte le influenze e le sfumature in questo album, che si ciba di post-metal, avanguardia, ambient e chi più ne ha ne metta, e tutto questo potrebbe essere riassunto con un termine tipo "musica ritualistica", data anche la forte componente "spirituale" che si respira in queste otto tracce. 

Scordatevi la classica forma musica e canzone, perchè vi troverete immersi in paesaggi sonori dove possiamo trovare anche forti dosi di elettronica, ma il tutto poggiato su una base atmosferica molto suggestiva, come se i due musicisti coinvolti volessero creare qualcosa di sopra le parti, anche del mondo conscio stesso, per addentrarsi nei meandri di zone mentali solitamente non utilizzate e/o assecondate. 
Difficile quindi trovare definizioni rigide per delineare le coordinate sonore di questo disco, se non quella di "viaggio", inteso nella sua accezione più ampia. Un vero viaggio dei sensi dove, oltre tutto il resto, il sax e la ritmiche trip hop ci estraniano dalla realtà che ci circonda, facendoci sentire un attimo più leggeri ma al tempo stesso carichi di tensione emotiva. La voce è abile nel non essere invadente, è melodica, dilatata come la musica suggerisce che sia. Le chitarre hanno un ruolo quasi marginale, mentre tastiere e ritmica sono il piatto forte del tutto.

Non cito un pezzo in particolare, ma mi limito solo a dire che gli Område ci hanno regalato un disco dal valore musicale ed emozionale notevole, che tutti gli amanti della musica dovrebbero provare ad ascoltare, a prescindere dalle proprie preferenze.

Recensione a cura di: Sergio Vinci "Kosmos Reversum"
VOTO: 70/100

Tracklist:
1. Mótsögn
2. Mann Forelder
3. Luxurious Agony
4. Satellite And Narrow
5. Åben Dør
6. Friendly Herpes
7. Skam Parfyme
8. Ottaa Sen

https://www.facebook.com/Omradetheband

Nessun commento:

Posta un commento