VUOI INSERIRE IL TUO BANNER QUI? VUOI PUBBLICIZZARTI? ALLORA SCRIVI A: heavymetalmaniac1@libero.it

martedì 9 giugno 2015

Satyrasis "...of the Dead"

Full-length, Seventh Door Records
(2015)

Prendete un po’ di sano Thrash Metal, di quello non troppo spinto ma comunque ben sostenuto, e aggiungete… atmosfere. Ebbene sì, esiste anche un Thrash Metal atmosferico, progressivo, onirico, ed è marchiato Satyrasis, un trio americano che, giunto dopo una lunga pausa (durante la quale, pare, hanno registrato questo stesso album cinque volte prima di esserne pienamente soddisfatti) al suo secondo Full Lenght dopo una demo e un altro album (rispettivamente, “Prelude to Demise”, 2005, e “Creation of Failure”, 2008), lo battezza “…Of the Dead”. 

Nove tracce, nove canzoni dotate del giusto tiro, ma lontane anni luce dal tupa-tutupà che ormai tendiamo ad abbinare al termine Thrash Metal, compongo questo disco, pieno di influenze che vanno dall’Heavy classico al Power, dal Thrash americano fino a azzardi decisamente progressive, arricchiti da suoni elettronici ed atmosferici, idee varie e apprezzabili, che non snaturano il genere ma, anzi, segnano in modo indelebile lo stile meticoloso dei Satyrasis con le sue atmosfere frenetiche, a tratti claustrofobiche, con crescendo e momenti di “pace” che spezzano il ritmo della canzone e il fiato dell’ascoltatore…

Difficile descrivere la maniacale complessità –mai fine a se stessa- di questo album, fatto di melodie e ritmiche selvagge, ma personalmente non mi sento di pronunciare una singola parola di biasimo, critica o insoddisfazione, a riguardo.

Recensione a cura di: Lorenzo Stelitano
VOTO: 85/100

Tracklist:

1.A Foot in Each Grave 06:28 
2.The Foreman's Face 06:16 
3.Dead Peasants 04:06 
4.The Imp of the Perverse 03:23 
5.Excision 07:41 
6.Waltz for a Marionette 08:52 
7.Circumstances 03:27 
8.Warwhore 08:34 
9.In Ruins 11:05 

DURATA TOTALE: 59:52

Nessun commento:

Posta un commento