VUOI INSERIRE IL TUO BANNER QUI? VUOI PUBBLICIZZARTI? ALLORA SCRIVI A: heavymetalmaniac1@libero.it

mercoledì 29 giugno 2016

AGRESIVA - Eternal Foe [Reissue] (Review)

Full-length, Minotauro Records
(2016)

La storica e italianissima Minotauro Records ha sempre un occhio attento all'underground, e il suo operato è spesso rivolto a riportare a galla musica passata in sordina per qualche motivo. E' questo il caso anche di questi spagnoli Agresiva, autori fino ad oggi di due full-length, di cui questo "Eternal Foe" è il primo e risale a quattro anni fa.
Di solito i primi album di una band suonano un po' acerbi e incompleti, ma non è il caso di questo "Eternal Foe", che mette in mostra una band dalle idee chiare, con buona tecnica individuale e capace di confezionare un thrash metal di vecchia concezione ma sempre attento sia al lato aggressivo che alla melodia.

I riferimenti a gruppi come Exodus, Forbidden, Anthrax e Heathen si sprecano, così come a un po' tutta la scena della Bay Area degli anni Ottanta. Canzoni come "Pale Horse (Red D'eath)", "Hell Town" e "The Glorious Revolution" sono delle piccole perle di thrash melodico ma bello tosto, con un riffing serrato e ispirato che davvero ricorda da vicino quello di un certo Gary Holt, mentre la batteria Chus Maestro è irresistibile per la sua carica, che si esprime supportando in maniera adeguata le intricate trame chitarristiche Eduardo Chamón e Miguel Coello, arrivando persino in piccole incursioni in blast beat di tanto in tanto, come nella già citata, e fra le migliori del lotto per varietà e ispirazione, "The Glorious Revolution". Si continua con una autentica mazzata sul collo come "The End of the Game", pezzo da puro headbanging selvaggio, non troppo veloce, ma dall'andamento molto Testament-oriented. 
La voce potrebbe essere il punto davvero debole di questo disco ad un primo ascolto. Forse l'ugola troppo levigata e mai sopra le righe di Samuel a volte appare poco incisiva per brani con questa carica, ma tutto sommato non è da considerarsi nemmeno come totalmente fuori luogo. In fondo, la storia del thrash è piena di cantanti non aggressivi, quindi qui è il gusto personale che deciderà in merito.
"Eternal Foe", la title track, appare come pezzo oscuro, più ragionato, salvo presentare alcune incursioni nello speed metal, ma in generale stiamo parlando di un brano dalla spiccata vena melodica, molto heavy old style e con buoni spunti, seppur in generale non eccezionale, seppur gradevole e ben suonato. Tutt'altra storia per l'incazzata "Sent To War", che riporta la band sui più consoni territori di un thrash metal d'assalto ma che rimarca una propensione per la tecnica spiccata, che rende un po' tutta l'opera in questione completa, varia, interessante dall'inizio alla fine.
Chiudono "If" e "Betrayed", e il discorso non cambia: thrash metal tecnico, potente e melodico che sicuramente accoglierà i favori di molti appassionati del genere, sia neofiti che della vecchia scuola.

Per chiudere faccio qualche considerazione personale. "Eternal Foe" è un disco che, come ho sottolineato più volte, si esprime nei classici territori del thrash, ma non è un disco di facile assimilazione, quindi chi cerca del thrash alla Slayer o primi Kreator credo rimarrà deluso da un disco come questo. Se invece cercate qualcosa che riporti in auge i grandi nomi americani che hanno reso grande questo genere, ma che coniughi al tempo stesso un sound tutto sommato più personale con un gusto melodico non scontato, allora fatevi avanti, potreste scoprire una buona band.
Nella ristampa in mio possesso sono presenti anche tre bonus tracks, e si tratta in due casi di versioni demo di brani già presenti in tracklist, mentre per "Hell Town (En El Infierno)" abbiamo solo la stessa versione ma  cantata in spagnolo.
Bel disco in definitiva, fatto da una band che sa maneggiare accuratamente i propri strumenti. Magari non parliamo di qualcosa di imprescindinile, ma rimane un prodotto che fa la sua bella figura!

Recensione a cura di: Sergio "Bickle" Vinci
VOTO: 70/100

Tracklist:
1. Nocturnia 01:25
2. Pale Horse (Red D'eath) 05:36
3. Hell Town 05:35
4. The Glorious Revolution 05:38
5. The End of the Game 03:38
6. Eternal Foe 05:14
7. Sent to War 03:53
8. If 04:11
9. Betrayed 06:38

DURATA TOTALE: 41:48 

Bonus Tracks:
10. Hell Town (En El Infierno)
11. The End of the Game (Demo Version)
12. Sent to War (Demo Version)

PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento