04/11/17

EGOSYSTEMA "Change Reality" (Recensione)

Full-length, Ghost Label Record
(2017)

Band che proviene dal Piemonte, precisamente da Vercelli e che giunge con questo "Change Reality" alla seconda uscita discografica. Il disco si dipana in una sorta di alternative-nu metal che mi ha ricordato varie band in voga alla fine degli anni Novanta e l'inizio degli anni Duemila. Stupisce sin da subito la professionalità con la quale la band si approccia all'ascolatore: produzione al top, prestazione strumentale di altissimo livello e, come se non bastasse, anche la scommessa di affrontare un concept lirico che narra una storia che prende spunto dalle sofferenze comuni causate da un classico triangolo amoroso tra due innamorati in lite e un amico che entra in gioco in questo contesto.

Tra rimandi a band come Alter Bridge, Evergrey, Disturbed, Godsmack e Adema, questa band confeziona undici episodi avvincenti, e anche per certi versi particolari, perchè nonostante le band che ho citato come ipotetiche influenze per i Nostri, questa band produce musica personale. In modo particolare la voce calda e graffiante di Riccardo Lorenzini sarebbe stata benissimo anche in un contesto più vicino all'heavy metal o hard rock classico. E' indubbio che in lui risiede una grossa particolarità per l'economia del sound degli Egosystema, in quanto non cerca di emulare le classiche voci in pulito alternato a scream tipiche di tanti cantanti di metal alternativo. Quindi abbiamo una prestazione canora davvero valida anche sotto il profilo tecnico, mentre la parte strumentale è completata dai seguenti componenti: Luca Birocco – chitarra, Enrico Ferdusi – basso, Davide Porcelli – batteria e Davide Cristofoli – tastiere.

I riff di Luca Birocco sono solidi ma sempre attenti anche in fase di arrangiamento. Le chitarre hanno un retrogusto drammatico e in più sanno colpire anche con pochi ma azzeccati interventi solisti. Le tastiere giocano un ottimo ruolo di "sartoria" nei pezzi, cucendo e sottolineando il tutto con begli spiragli che aumentano l'alone notturno e a volte criptico della band, vedi ad esempio un episodio come "Realize", davvero riuscito e dalla spiccata vena sperimentale.
Per il resto la tracklist si compone praticamente di hit in quasi tutta la sua totalità, di grande musica, grandi canzoni. Pezzi come "Innocence Betrayed" e "No Remorse" da subito mettono in chiaro tutte le qualità di questi ragazzi, ma anche successivamente la band tira zampate vincenti come la bellissima semi ballad "You and Me", uno dei pezzi più toccanti del lotto, dolce ma davvero malinconica, toccante e con una prestazione vocale davvero ottima. Cito ancora le potentissimae "False Friends" e "Never Again" come tracce tra le più riuscite, con quest'ultima che chiude un'opera grandiosa.

Non rimane che dare una chance a questa band, dato che non ci sarà bisogno di aspettare altre prove per avere conferma delle loro capacità, perchè è già nel presente che bisogna godere della loro musica!
Acquisto consigliatissimo, soprattutto per chi dal metal vuole potenza, melodia, modernità e ottime capacità compositive e strumentali.

Recensone a cura di: Sergio Vinci "Kosmos Reversum"
Voto: 80/100

Tracklist:
01. Change Reality
02. Innocence Betrayed
03. Limits
04. Liar
05. Get Lost
06. Realize
07. You and Me
08. False Friends
09. Forlorn
10. Never Again
11. No Remorse

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...