VUOI INSERIRE IL TUO BANNER QUI? VUOI PUBBLICIZZARTI? ALLORA SCRIVI A: heavymetalmaniac1@libero.it

lunedì 11 giugno 2018

LIPZ "Scaryman" (Recensione)

Full-length, Street Symphonies Records
(2018)

Questo trio svedese si presenta al mondo con questo debut album intitolato "Scaryman". Pur avendo un outfit molto, troppo glam/shock rock, la proposta della band e' piu' verso un hard rock che non mi sarei aspettato.

Dopo una stramba intro intitolata "The Awakening", che forse non ci azzecca molto, arriva subito "Scaryman" con un ritornello tutto da cantare: voce giusta, riffs sornioni e cori azzeccati vi tireranno fuori un bel sorriso. 
Si intuisce subito anche con la successiva "Star" la qualità dei pezzi contenuti in questo album, travolgenti e ben suonati. "Get Up On The Stage" convince meno, ma fino alla penultima traccia si viaggia comunque ad ottimi livelli. 
I riferimenti di genere ci sono tutti, dai vecchi classici fino soprattutto a quelli di altre bands più recenti della scena scandinava tipo Poodles o Wig Wam...

In maniera coraggiosa dopo tanto hard rock i Lipz decidono di chiudere con una ballad, "Everytime I Close My Eyes", totalmente acustica, anche bella, ma forse fuori posto. Fosse stata una power ballad sarebbe stata una vera hit, cosi' e' un epilogo stonato. In definitiva un bel debut in linea con altre bands del genere.

Recensione a cura di: renegadrian
Voto: 70/100

Tracklist:
01. The Awakening
02. Scaryman
03. Star
04. Get Up On The Stage
05. Fight
06. Get It On
07. Falling Away
08. Tick Tock
09. Trouble In Paradise
10. Everytime I Close My Eyes (Acoustic Bonus)

LIPZ - FACEBOOK 

Nessun commento:

Posta un commento