LIV SIN - pubblica il singolo 'Slave to the Machine', tratto dal prossimo album “Burning Sermons”.


I LIV SIN, il gruppo dell’ex cantante dei Sister Sin, visti in tour in tutto il mondo sia come headliner che di spalla a band come Slayer, King Diamond, Motörhead, Doro, W.A.S.P. e U.D.O., tornano con il nuovo album “Burning Sermons”, prodotto da Emil Nödtveidt (Deathstars).

Oggi i LIV SIN svelano il primo singolo “Slave To The Machine”.


La band dichiara: "Nel mondo di oggi sembra che siamo sempre più controllati dalle altre persone e dalle cose materiali, anziché essere in grado di avere pieno potere sulle nostre scelte di vita. Questo è ciò che significa ‘Slave To The Machine’. Storicamente, i conflitti spesso riguardavano le persone contro gli ‘uomini di potere’ e la società, ma oggi riguardano anche la venerazione degli smartphone, dei social media e dell’approvazione degli altri. Che cosa fa ciò alle nostre vite e alle nostre menti? Alla fine, potrebbe essere solo un altro modo per controllarci. Questa è sicuramente una preoccupazione per noi e ci chiediamo dove andremo quando tutti diventeremo schiavi delle macchine".

Dopo l’acclamato album “Follow Me”, il quintetto svedese LIV SIN, guidato dall’inconfondibile voce di Liv Jagrell (ex Sister Sin), fa ritorno con un potente e ficcante album intitolato “Burning Sermons”. Mescolando l’amore per il classico heavy metal con un un’attitudine moderna, “Burning Sermons” è un’incredibile collezione di riff pesanti che mettono in luce l’innata abilità della band di unire melodia e metal aggressivo. La Jagrell è in forma eccelsa, con una voce capace di catturare il cuore dell’ascoltatore, scuotendolo dalle fondamenta.

Circa la produzione di Emil Nödtveidt (Deathstars) al Black Syndicate studio, Liv dichiara: "Volevamo esplorare un suono più moderno con alcuni sintetizzatori su questo album. Penso che questo disco possa sorprendere molti dei nostri fan. Conosco Emil da molti anni, quindi è stato davvero divertente ritrovarsi. Fin dal primo momento in cui ci ha mandato le sue idee sui nostri demo sono andata fuori di testa!".

“Burning Sermons” verrà pubblicato il 6 settembre da Despotz Records.

Il prossimo singolo “Hope Begins To Fade” vede la partecipazione di Björn “Speed” Strid, cantante di Soilwork e The Night Flight Orchestra.

La band sta attualmente pianificando il tour europeo ed è già stata confermata a importanti festival come Sabaton Open Air e Skogsröjet.

Gli svedesi LIV SIN sono stati fondati nel 2016 e sono guidati dalla carismatica cantante Liv Jagrell. Dopo tredici anni i Sister Sin, che hanno suonato innumerevoli concerti in tutto il mondo, inclusi show con Slayer, King Diamond, Motörhead, Doro, W.A.S.P. e U.D.O., hanno deciso di sciogliersi nel 2015. Incapace di stare con le mani in mano, Liv ha presto avuto il desiderio di tornare dietro al microfono e di trovare una nuova band. Il loro acclamato debutto "Follow Me" è stato pubblicato nel 2017 (Despotz Records) ed è stato co-prodotto dai leggendari musicisti metal tedeschi Stefan Kaufmann (ex U.D.O. ed ex Accept) e Fitty Wienhold (ex U.D.O.), mostrando un suono più snello, più pesante, spinto da riff di chitarra in-your-face combinati con la potenza dell’heavy metal classico. I critici musicali hanno definito il loro sound come un mix di Judas Priest, Arch Enemy e il moderno metal americano alla Five Finger Death Punch. "Follow Me" ha ricevuto un’ottima accoglienza e la band ha suonato in tutta Europa come headliner e come supporto agli American Head Charge.

Nel 2018 i LIV SIN hanno poi pubblicato un EP acustico "Inverted", apprezzato dalla critica. Prodotto da Martin Sandvik (Hardcore Superstar), uno dei momenti salienti dell'EP è la cover della band del classico di Danzig "Devil's Plaything".

I LIV SIN si avventurano in un nuovo capitolo con "Burning Sermons", un album che potrebbe sorprendere i fan inizialmente, mentre il quintetto si immerge sempre più in riff più oscuri con l'aggiunta di componenti elettroniche, ma sicuramente adoreranno i riff indimenticabili e il lato melodico più pronunciato dei Liv Sin targati 2019!



Nessun commento