17/11/09

Deströyer 666 "Defiance"


Full-length, Season of Mist, 2009
Genere: Blackened Thrash/Death Metal


Dopo un silenzio durato anni, torna un marchio che è già stato impresso col fuoco nelle carni degli appassionati di musica estrema : Destroyer 666.
Le caratteristiche di questi australiani sono ormai ben note: ferocia, ferocia, ferocia.

Chi li aspettava non lo ha fatto per verificare quali cambiamenti avrebbe potuto avere il sound della band, per gustare un songwriting rinnovato oppure per affrontare una qualche tematica originale. L'ha fatto per il sangue.
Migliaia di gruppi ambiscono ad essere la belva scatenata che ha generato "Defiance" e certamente l'ultimo full del 2002 ("Cold steel...for an iron age") era una pietra di paragone assai scomoda per i suoi stessi autori, un disco attualissimo nel suo furioso incedere black/thrash.

La soluzione è stata semplice: riproporre, debitamente potenziata, la stessa ricetta.
Come ritrovarsi in un teatro di guerra, mentre il napalm divora le carni e dove le mitragliatrici illuminano la notte. Anche i pezzi dove affiorano vaghi accenni di melodia - "Blood for blood" e la conclusiva "A Sermon to the dead" - rimangono efferati,senza il minimo cedimento; se a questo aggiungiamo una scelta dei suoni ottimale, si capisce definitivamente il calibro (parola non casuale) del disco in questione.
Poichè però la perfezione non esiste, bisogna rilevare quello che è probabilmente il pelo nell'uovo: una pulizia del suono che oggettivamente stona con il contesto di "Defiance", ma non voglio neanche pensare alla scarica di violenza che una sporcizia maggiore avrebbe creato.

I circa 40 minuti di quest'album sono quanto di meglio si possa ambire quest'anno in ambito metal, e fanno scuola in termini di violenza e dedizione. Chi può li ascolti dal vivo, possibilmente con un buon giubbotto antiproiettile.

Burning Stronghold
Voto: 90/100


Tracklist:
1. Weapons of Conquest
2. I Am Not Deceived
3. Blood For Blood
4. The Barricades Are Breaking
5. A Stand Defiant
6. The Path to Conflict
7. A Thousand Plagues
8. Human All Too Human
9. A Sermon To The Dead

http://www.destroyer666.net/
http://www.myspace.com/destroyer666band

2 commenti:

  1. Visti anche dal vivo, bestiali e blasfemi come ben pochi. Per quanto mi riguarda miglior disco attualmente in circolazione in campo black...

    RispondiElimina
  2. Purtroppo non ho potuto vederli live di recente, a causa degli svariati impegni che hanno sovrastato la mia volontà. Ahi, però, com'è potente il disco! Non c'è una pecca, direi. Ogni canzone è un concentrato di cattiveria. Ho da subito avuto la sensazione di essere stato invaso.
    Bravissimi, sperando che continuino su questa "retta" via e che possano fare un live alla mia "portata".

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...