10/12/11

Impülse "Rock Never Dies"

EP, Self Released, 2011
Genere: Rock/Heavy Metal

I chietini Impulse sono una band rock/Heavy Metal non proprio appena formata ma che ci propone come primo sforzo discografico questo “Rock never dies”, un EP semplice semplice costituito da 3 brani più cover della celeberrima “Holy diver” di R. J. Dio. Dico da subito che il risultato, per la verità, appassiona un po’ e incuriosisce, ma non ci fa strappare i capelli per un semplice motivo: le pecche dei gruppi giovani e con membri giovani si sentono tutte forte e chiaro, nonostante i brani non siano male.

Le tre canzoni qui proposte sono oneste, e si barcamenano tra uno stile heavy metal di scuola inglese molto poggiante sulle chitarre, ad un altro mood meno aggressivo di riffs, che fa avvicinare gli Impulse al rock. Il brano più esemplificativo è dato dalla conclusiva “Whisky ‘n roll”, che presenta un bel tiro a metà tra gli Anvil e Danzig. Altrove, come nella title track, è lo stile dei Blaze (sì, proprio il gruppo di Blaze Bayley) a regnare sovrano, con uno stile alla Iron Maiden ma non troppo. Non saranno forse delle canzoni rivoluzionarie, ma scorrono liscie e senza intoppi.

Il problema, come detto, è che il gruppo è immaturo e lo si sente. Si sente non tanto in fase di composizione (anche se vorremmo un po’ più di aggressività e originalità) quanto in fase di registrazione, di cura dei volumi, di pronuncia del cantante, di tante piccole cose che si maturano col tempo. La qualità sonora, infatti, pur se non deficitaria, la definisco inadatta per questo combo chietino. È un suono che non fa risaltare bene le chitarre, col rullante che per me è uscito malissimo (francamente, sembra il suono del rullante di guitar pro), con la voce troppo in primo piano rispetto agli altri strumenti, e che insomma non esalta la musica degli Impulse. Per non parlare degli arrangiamenti, che per quanto non siano male, devono essere più curati e personali.

Tirando le somme: demo onesto e carino, questo degli Impulse, anche se zavorrato da alcuni difetti di inesperienza che lo fan sembrare meno riuscito. Essendo questo il loro debutto, possiamo apprezzare tutte le buone qualità che però per ora devono ancora essere tirate fuori per bene. Se state cercando un nome nuovo dell’underground l’acquisto di questo cd, seppur non ancora rivoluzionario, potrebbe fare al caso vostro. Alla band consiglio una maturazione e una sgrezzata, necessaria per far rendere questa band al massimo.

Recensione a cura di: Snarl
Voto: 64/100


Tracklist
01. Along A Nightmare
02. Rock Never Dies
03. Whisky'N'Roll
04. Holy Diver (Cover)

http://www.myspace.com/impulsespace
http://www.facebook.com/ImpulseSpace
http://www.youtube.com/user/IMPULSEmetalband

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...