10/11/12

Causemos "Infinite Event"

EP, Self Released, 2012
Genere: Melodic Death


I finnici Causemos sono una di quelle formazioni dal monicker pressoché sconosciuto ma che in line-up poi cela la presenza di nomi noti, infatti troviamo alla batteria Rainer Tuomikanto membro di Kiuas, The Undivine ed ex Ajattara e al basso Pekka Johansson ex dei Nerlich e presente tutt'ora negli Amoral con il resto del combo che è comunque attivo da anni nell'underground nazionale in band dalla minor risonanza.
La proposta che il quintetto finlandese presenta in "Infinite Event" li vede muovere di base su territori melodic death, sarebbe però limitante rinchiuderli in quel panorama musicale dato che la loro versione è alquanto progressiva e imbastardita, attinge dalla propria scena nazionale, si vedano Omnium Gatherum, quanto da quella norvegese di act come gli Arcturus e i Dimmu Borgir dell'era Vortex, innestando scambi tecnici e attimi schizofrenici degni della follia del folletto Devin Townsend, capirete quindi che si tratta di brani non proprio semplicissimi da assimilare quelli da loro confezionati, sui quali, fra le altre cose, ravvisiamo la volontà di andare oltre il conosciuto, in più di una circostanza atmosfere rimembranti ambientazioni sci-fi si palesano e per lo più sono riscontrabili nei tre brevi strumentali "Introgression", "Digression" e "Transgression", anche se ne troverete comunque disseminate anche nei restanti episodi.

Le velocità sono spesso sostenute, le tastiere di J. Pesonen brillano e risaltano nel sound offrendo un pregevole accompagnamento al riffing composto delle due asce, Simo Autio e Antti Lauri svolgono un lavoro veramente interessante anche in qualità di solisti, ambito nel quale si dilettano con gusto.
Il primo dei due artisti citati è anche il cantante della formazione e la sua prestazione ha più risvolti grazie a un uso del growl profondo e della voce pulita alquanto vario e calzante ai mutamenti in corsa dei pezzi, "Invariable" la "hit" del mini, è forse la più adatta per apprezzarne le doti seguita dalla schizoide "Käteen" posta in chiusura e non inserita nella tracklist ufficiale, il pezzo in questione è un omaggio per chi esegue il download (donando o gratuitamente) di "Infinite Event" direttamente dalla pagina Bandcamp (http://causemos.bandcamp.com/) dei Causemos.

Una realtà da tenere d'occhio, e mi meraviglia il fatto che siano senza contratto, o forse no, solitamente le label odierne dalla Nuclear Blast alla Massacre, dalla Metal Blade alla Napalm preferiscono puntare su cloni e mode da "Sorrisi E Canzoni", quindi perché tenere in considerazione musica che sia valida? Voi farete la stessa scelta? Ascoltate e poi pensateci su.

Recensione a cura di: Tomb
Voto: 80/100


Tracklist:
1. Introgression Instrumental
2. Unrealized Reality 1|2
3. Promethean Eyes
4. Digression Instrumental
5. Invariable
6. Herald
7. Transgression Instrumental
8. Käteen

DURATA TOTALE: 24:33

http://causemos.bandcamp.com/
http://www.myspace.com/causemos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...