VUOI INSERIRE IL TUO BANNER QUI? VUOI PUBBLICIZZARTI? ALLORA SCRIVI A: heavymetalmaniac1@libero.it

domenica 18 febbraio 2018

TUMOR NECROSIS FACTOR-ALPHA "For the Sake of Reproducibility - A Technical Replicate" (Recensione)

Full-length, Independent
(2018)

Non molto si trova dei Tumor Necrosis Factor Alpha online, se non che si tratta di una one man band localizzata in Canada e che, com'è facile capire anche solo dal biglietto da visita, è dedita ad un genere ben preciso: il gore-grind medicale. Questo “For the sake...” è l'ennesima reinterpretazione del genere inventato dai Carcass con il loro storico “Reek of putrefaction” e poi portato avanti da tanti altri gruppi simili, tutti più o meno di nicchia.

Le caratteristiche che hanno reso celebre, oltre venti anni or sono, quel disco, vengono ripescate e portate all'ennesima potenza: riferimenti medici come se piovesse, essenzialità strumentale unità ad un certo eclettismo, ironia a lavare, produzione grezza e sporca, approccio grindcore/crust miscelato con qualche riferimento più strettamente metallico, e così via dicendo. Rispetto a quanto fatto dalla band inglese, si registra, qua e là, un filino di melodia in più che può richiamare alla mente il metallo svedese (“Environmental...”), ma niente di esagerato: i Tumor Necrosis Factor-Alpha non inventano assolutamente nulla, ne sono ben consapevoli, ed anzi sembrano essere orgogliosi di appartenere alla stirpe di adoratori che ha avuto, tra le proprie fila, gruppi come gli Haemorrhage, i General Surgery, i The County Medical Examiners eccetera.

L'impressione (così come resa sia dai titoli, che dalle foto trovate online), è che i Tumor Necrosis Factor-Alpha siano la band di un vero esperto di medicina, o di qualcuno che vuole farsi passare per tale (come nel caso dei The County Medical Examiners); anche se questo tipo di approccio sarcastico sul mondo accademico e scientifico, che nasconde dietro grossi paroloni quelle che sono vere e proprie atrocità, mi ha sempre affascinato moltissimo, devo dire che in quest'ambito è già stato detto molto, se non tutto, e di sicuro in questo “For the sake...” non troviamo nulla di nuovo o tantomeno originale, pur essendo confezionato per benino. 

Recensione a cura di: Fulvio Ermete
Voto: 64/100

Tracklist:

1. On the introduction and accumulation of deleterious germline mutations in human populations 02:32
2. Immunogenic cell death inducers: adaptive immune response against dead cell-associated antigens 01:54
3. Environmental estrogens exposure (cellular reproductive foreclosure) 01:39
4. Apoptosis – even the cells must die 01:54
5. Ebola-induced intracellular hell (cytokine storm) 03:13
6. Senescent cell populations re-awakened through aberrant patterns of methylation 02:27
7. Specific allosteric inhibition of the IREα RNase (unfolded protein response pt.II) 02:12
8. What is necrosis? 01:58
9. Experimenting on human zygotes using clustered regularly interspaced short palindromic repeat genome editing technology 03:48
10. On the multiple conflicting roles of TNF in various debilitating conditions 01:52

DURATA TOTALE: 23:29 

Nessun commento:

Posta un commento