11/05/12

Speedwolf “Ride With Death”

Full length, Hells Headbangers, 2011 
Genere: Heavy/Thrash/Speed Metal

Gli Speedwolf (Denver,USA) sono tremendi e lo dico in senso buono, hanno fatto un miscuglio di Heavy Metal primordiale per le sonorità ottantine, testi e ifferama crudo, vecchio punk per la struttura semplice ed incazzata dei pezzi e per la loro sfrontatezza, qualcosina proto-Thrash per il drumming veloce e funambolesco, ed infine un paio di pinte immancabili targate Motorhead per lo stile del cantante ma anche perché in generale la band di Lemmy racchiude già tutte le cose che ho scritto.

I punti a favore di questo sono CD molteplici, come le durate non sostenute delle canzoni che aiutano a non cadere nella noia ed amplificano l’impatto; chorus orecchiabili e dannatamente memorizzabili; un muro di suono pari ad una scorribanda di bikers ubriachi; un batterista pazzoide che spara a manetta il doppio pedale ed i suoi fills dinamici come in “I Am The Demon” , che parte con un solo di batteria simile a quello di "Painkiller" dei Judas Priest, però dandogli leggermente più gas. Buona anche la parte centrale dove rimane da solo e può destreggiarsi nei suoi giochetti sulle pelli. Altre canzoni ben riuscite sono la title track “Ride With Death” dove il riffing crudo e duro "thrashone" prende il sopravvento e poi c’è ancora la doppia cassa che ti fa venire il mal di testa. 

In “Death Ripper” le vocals diventano molto acide, ed i riffs convulsi e corrosivi fanno sembrare questa canzone una delle tante dei Finnici Impaled Nazarene (pazzi anche loro). Invece nell’opener “Up All Night” è pregna di whisky e sporco Rock’N’Roll (però velocizzato). Queste sono quelle che mi hanno colpito di più, ma vi garantisco che il CD viaggia tutto su buoni livelli ed è sincero, qui niente progetti a tavolino per il business ma solo voglia di spaccare, bere e di divertirsi facendo le ore piccole dentro le bettole lerce. 

Penso che sia un lavoro che possa piacere ad ampio spettro e quindi consiglierei l’ascolto un po’ a tutti, almeno che non siate die hard-fan del Power Metal e/o il Gothic Metal (magari con voce femminile) tanto in voga in quest’ultimo periodo. Stay Metal & stay True with the Speedwolf!! Buona sbronza, e durante l’ascolto cercate di fare risse con chi vi è accanto…

Recensione a cura di: chrisplakkaggiohc
VOTO: 80/100



Tracklist:
1. Speedwolf 05:28
2. Up All Night 02:48
3. Out on Bail 02:44
4. I Am the Demon 03:37
5. Time to Annihilate 03:43
6. Never Twice 03:39
7. I Can't Die 03:55
8. Death Ripper 03:22
9. Hell & Back 02:38
10. The Reaper 03:29
11. Ride with Death 03:51
12. Denver 666 02:23

DURATA TOTALE: 41:37


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...