VUOI INSERIRE IL TUO BANNER QUI? OLTRE 20.000 VISITE SINGOLE MENSILI TI ATTENDONO! SCRIVI A: hmmzine@libero.it

06/07/16

SAVAGE THRUST - Eat'em Raw [Reissue] (Review)

Full-length, Minotauro Records
(1990 - 2016)

Questo album fu pubblicato originariamente in vinile nel 1990 e la Minotauro Records ha deciso adesso di ristamparlo in cd, cosa già avvenuta in precedenza da parte della Reborn Records, ma con l'aggiunta di un altro cd bonus, in una lussuosa confezione in digipak con l'aggiunta di poster. Quello che suonavano questi Savage Thrust, provenienti da Long Island (NY), era un impetuoso speed-thrash metal che riporta in mente primi Overkill e Liege Lord, che non aggiungeva certo nulla di nuovo ad una scena che era ormai arrivata al suo apice compositivo proprio verso la fine degli anni Ottanta ma che comunque, come in questo caso, si faceva apprezzare ancora per la presenza di band senza troppi orpelli e genuine fino al midollo. 

Ed è proprio da queste premesse che bisogna partire per approcciarsi ad un album come questo. Dimenticate le evoluzioni di tutti i grandi nomi del thrash anni Ottanta e i loro album pubblicati dopo il 1986-1987, perchè in questo "Eat'em Raw" non ne troverete quasi traccia. La voce acuta e sguaiata di Michael Smith si dimena su una base violenta e schizoide, dove le due chitarre di Rob Antilla e Bobby Boch fanno la parte del leone con riff serrati, a volte più immediati e a volte più carichi di groove. Ogni pezzo di questo album è un manifesto di puro e incontaminato thrash metal, dove di tanto in tanto si ha la sensazione che la band avrebbe potuto attuare, se avesse continuato la propria carriera, un salto in avanti in termini di songwriting. Infatti il disco è ben suonato, ha un giusto bilanciamento tra parti veloci ed in your face e altre più groovy. La produzione è grezza e tagliente ma non per questo scadente. 

In aggiunta a questa edizione troverete un bonus cd che comprende demo, live e rarità varie, che va quindi a formare un pacchetto allettante per chi voglia avere il più possibile in colpo solo di questa band.
Altra buona operazione di riscoperta da parte della storica Minotauro, con la consueta cura dei particolari in fatto di packaging, che comunque fa la sua parte nell'offrire un oggetto che non sia il solito cd in jewel case, ma qualcosa che dia proprio l'idea di un oggetto da collezione. 
Il disco in questione e la band in sè non sono imprescindibili, soprattutto oggi come oggi e dopo che il genere in questione ha superato i trent'anni di vita con, al suo interno, tutte le derivazioni ed evoluzioni del caso, ma di sicuro i puristi e collezionisti del buon thrash d'annata apprezzeranno parecchio! 

Recensione a cura di: Sergio "Bickle" Vinci
VOTO: 70/100

Tracklist:
Disc1
1. Acid Bath
2. Speed or Bleed
3. Madman Marz
4. Eat'Em Raw
5. The Vice
6. Infected
7. Seed of Demon
8. Crown of Thorns (Demo of Doom)
9. Mistress of the Night (Demo of Doom)
10. The Damage is Done (Demo of Doom)
11. Assassin (Demo of Doom)
12. Crown of Thorns (Live L'amour)
13. Mistress of the Night (Live L'amour)
14. The Vice (Live L'amour)
15. Assassin (Live L'amour)
16. Agony & Extasy (Live L'amour)

Disc 2:
1. But Soon Revenge (Live Pain)
2. The Vice (Live Pain)
3. Virgin Scream (Live Pain)
4. Infected (Live Pain)
5. Seed of Demon (Live Pain)
6. But Soon Revenge (Single 7Inch 1987)
7. Agony & Extasy (Single 7Inch 1987)
8. One Foot in Grave (Demo '91)
9. Traces of Life (Demo '91)
10. Thrown to the Dogs (Demo '91)
11. Positive I.D. (New Demo '91)
12. Future Shock (New Demo '91)
13. Black Sleep (New Demo '91)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...