25/01/11

Golah "Cerebral Collision"

Demo, Self Released, 2010
Genere: Technical Death

Vengono dalla zona di Palermo (Castelbuono) i quattro musicisti che danno forma alla musica dei Golah, la formazione è di nascita recente ed è così composta: Salvo Castro (chitarra), Michele Ignatti (basso), Gabriele Mazzola (voce) e Antonio Leta (batteria). Sul finire del 2010 i ragazzi hanno pubblicato la prima demo intitolata "Cerebral Collision", quattro brani per la durata di poco più di un quarto d'ora in totale.

Si nota fin dalla prime battute che la band è formalmente preparata, il sound è quello tecnico efficace degli anni Novanta a cui è stata data nuova linfa, reminiscenze di stampo Death ("Individual Thought Patterns" in poi) e spazio a veri e propri tocchi di fino vedasi l'assolo di basso di "Collapsed In Eternity" fanno trascorrere del tempo in compagnia dei Golah piacevolmente, evidenziano come per fare della buona musica non si debba constantemente ricorrere all'inanellare duemila e passa note sparate alla velocità della luce.

Costruzioni cantilenanti, che si stoppano e ripartono costruendo e decostruendo il riffato, le linee di basso in bell'esposizione e il drumming irruento di Leta dinamico, ficcante e calibrato forniscono la spinta adatta a valorizzare i brani, fra i tre ancora da citare è difficile scegliere quale sia il migliore, sono di egual valore e decisamente al di sopra della media come struttura e rifinitura se messi a confronto con le prime uscite a cui mi son malamente abituato, il mio piacere pende verso una "Symmetry Of Gravity/Shining" per l'approccio di stampo atmosferico che gli da apertura anche se parlando sempre d'intro, il lavoro dietro le pelli che ci regala gli attimi iniziali di "Narcissism" è di quelli che ti fanno solo del bene ascoltandolo.
L'unica pecca è un già sentito in certi frangenti, ormai è fattore quasi inevitabile e lo si tiene in considerazione anche prima di metter su un disco, la personalità e una buona esecuzione giocano però a loro favore.

La produzione pulita e vivida di cui è corredato e la prestazione vocale massiccia di Mazzola sono l'ennesime conferme di come i Golah ci tengano a far bella figura sin dai primi passi compiuti, il complesso raggiunge ampiamente il proprio scopo facendo intravedere grandi margini di miglioramento.
Non posso quindi far altro che consigliarvi vivamente di seguire questa giovane realtà sicula sperando che in un futuro non troppo lontano piazzino la zampata giusta per farsi conoscere, ci vuole un bel full che mantenga quanto meno i valori sin qui dimostrati. Bravi davvero.

Recensione A Cura di: Tomb
Voto: 78/100

Tracklist:
1. Narcissism
2. Collapsed Into Eternety
3. Rotten Priest
4. Symmetry Of Gravity/Shining

Total Playing Time: 15:53

www.myspace.com/golahband
http://www.facebook.com/pages/Golah/110381439031914

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...