27/01/11

From The Shores: Intervista

1) From the shores, ovvero un etichettatura appropriata alle circostanze lagunari veneziane. Il vostro è un percorso che ha subito anche cambi di line -up negli anni, ma senza dubbio la vostra proposta vanta un'incessante attività live e non solo...

Luca Cassone: I From the Shores nascono dalle ceneri di gruppi underground veneti nel 2008, all'epoca il desiderio di proporre i nostri sogni in musica era estremamente forte, i cambi di line-up ci hanno lasciati in momenti di stallo seguiti da grandi ispirazioni.
Così ci siamo imposti di suonare live il più possibile, anche perchè riteniamo sia la fase più importante e gratificante per una band metal poichè tutto il gruppo è libero di esprimere il proprio potenziale.

2) Dando un occhiata al panorama veneziano, quant'è stato diffcile emergere da questa realtà, come tante altre, che ben poco offre a band death metal del vostro calibro?

Venezia è una città stupenda però purtroppo non offre opportunità a chi suona in generale, gli spostamenti dall'isola sono complessi ma la voglia di suonare ci ha sempre ben motivati nel continuare. Negli ultimi anni le cose sembravano cominciare ad andare meglio, grazie anche alla presenza di molti ragazzi interessati al metal e al rock in generale. Con loro siamo riusciti ad organizzare delle piccole realtà che cominciavano a crescere (prima con lo ShortMemories Festival poi First of All Festival, Steel of Venice, Carnival on Rock, Carnival on Folk) ma aimè purtroppo organizzare eventi del genere comincia ad essere sempre più difficile, la migrazione verso altre città e altre realtà diventa obbligatoria per farsi conoscere.

3) Abbiamo potuto conoscervi dal vostro unico demo "Until my last breath" . Cinque tracce piene di sfumature e riff carichi di elementi core oltre che un malsano recupero del buon vecchio death made in swedish. Ora siete in fase di scrittura di nuovi brani, cosa prevederà la vostra proposta di nuovo rispetto al demo?

Sì, chi ha avuto l'occasione di vederci live ultimamente avrà potuto notare che ormai il nostro setlist vanta diverse canzoni nuove. Ora, complice la ritrovata stabilità di line-up grazie all' inserimento del nuovo chitarrista Vanny, siamo in fase di scrittura, rispetto al passato desideriamo proporre musica diretta, violenta e contemporaneamente melodica. Le nostre radici sono riconducibili alla scuola di Göteborg ma allo stesso tempo al Black Metal, a noi non piace molto la catalogazione dei generi quando scriviamo, vediamo solo di essere tutti daccordo sulle musiche poi che suoni più heavy o più soft non ci interessa starà a voi decidere se vi piaccia o meno, noi continueremmo sulla nostra strada.

4- Allora speriamo che il 2011 sarà per voi l'anno del nuovo album in fase di scrittura. Ne conseguirà un tour per promuoverlo?

Innanzi tutto vedremmo come distribuirlo e vaglieremo le offerte possibili, dopo sicuramente gireremo un pò nella zona per supportare la nostra nuova fatica e magari di portare la nostra proposta anche all'estero.

5- Grazie Luca per aver collaborato con noi, lascio a te chiudere l'intervista con un messaggio per i vostri fans...

Grazie mille a te per lo spazio dedicatoci, spero di conoscervi tutti presto ad un nostro concerto!

Intervista a cura di: Nina Ramirez Art

http://www.myspace.com/fromtheshores

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...