12/04/11

Kuadra “Kuadra”

Full-length, SG Records, 2010
Genere: Rapcore/Nu Metal

E’ un sound incazzato e immediato quello che ci arriva dalle casse dello stereo. Dietro questo ci sono i Kuadra, band italiana che si sta facendo strada positivamente nella critica specializzata e che ha realizzato il suo primo full-length omonimo nel 2009 e pubblicato da SG Records l’anno successivo. La label italiana ci ha visto bene, perché i Kuadra non inventano forse nulla di che, sebbene il loro Hardcore-Rap Metal non sia proprio standard, ma hanno una qualità che non è scontato avere, soprattutto se alle prime esperienze discografiche, come nel loro caso.
Questa si chiama capacità di coinvolgere, di tirare fuori quella frustrazione quotidiana che ognuno di noi vive sulla propria pelle e che ogni tanto va urlata a pieni polmoni, senza interferenze.

E’ così che “Kuadra” si ritaglia potenzialmente uno spazio importante tra gli estimatori di sonorità “crossover”, tra coloro che pretendono dalla musica sia adrenalina che disinvoltura nel coniugare anime all’apparenza discordanti come il rap, l’HC e il Nu Metal. A dire la verità queste sonorità sono state tentate almeno da venti anni a questa parte, seppure con le dovute differenze, da gente come Biohazard, Faith No More, Mordred, Rage Against The Machine e Linea 77, ma i Kuadra, così come le formazioni appena elencate, riescono a rileggere la lezione attraverso le loro personali chiavi di interpretazione. Pezzi come “Il Maiale”, “Vieni Fuori Di Qui” (che oltre ad essere stato estratto come singolo/video è poi diventato colonna sonora del web fumetto “The Cide”), “Ti Difenderò (canzone molto bella nella sua veste parzialmente intimista), lasciano pochi dubbi sulla formazione pavese: ci sanno fare. Certo non è tutto oro qui dentro, ci sono anche dei filler e delle cose da rivedere, come ad esempio la voce che nelle parti rappate è un po' debole, ma è poca roba rispetto alla qualità generale dell’album, che rimane abbastanza costante per tutta la durata del disco.

“Promemoria” irrompe a metà tracklist, urlando tutto lo schifo che vorremmo toglierci dai piedi con un inceneritore all’istante, ma in generale sia le musiche e soprattutto le liriche sono di piena denuncia personale e sociale (a voi la decisione su come intepretare, io son solo qui per recensire la musica). E questo lo si nota ancora in “Urla”, song velenosa e che ho trovato tra le migliori del lotto con la sua carica urbana genuina.
In definitiva lo devo dire: non sono un amante di questo genere e non rientra tra i miei ascolti abituali, ma i Kuadra sanno decisamente il fatto loro e sono già pronti per affrontare la scena musicale partendo da un profilo piuttosto elevato.

Recensione a cura di: Kosmos Reversum
Voto: 68/100

Tracklist:
1. Il Maiale (03:45)
2. Alieno Debole (04:03)
3. Vieni Fuori Di Qui
4. Ti Difenderò (04:59)
5. Promemoria (03:31)
6. Urla (03:27)
7. Il Ritratto Del Mostro (04:05)
8. La Terra Su Cui Vivo (04:14)
9. Fili (04:20)
10. La Storia Si Ripete (02:46)

http://myspace.com/kuadra
http://www.kuadra.org

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...