01/05/11

H-George "Slave Of Society"

Full-length, Buil2Kill Records, 2010
Genere: Thrash Metal

H-George è il progetto che ruota intorno al dotato chitarrista piemontese Giorgio Cavallo (in arte H-George appunto) e che vede cimentarsi nel suo primo full-length dopo un demo rilasciato nel 2008, quindi due anni prima rispetto questo “Slave Of Society” del 2010 e ristampato adesso da Bul2Kill Music/Nadir Music. Lo dico subito senza troppi giri di parole: questo disco spacca letteralmente in tutti i sensi.
Qualcuno potrebbe obiettare che questo lavoro non inventa nulla di nuovo, che non ci sono tracce di originalità ecc ecc. Ma a mio avviso sono proprio questi i punti a favore di un disco che, a partire dalla produzione curata nientemeno che da Jeff Waters degli Annihilator nei suoi Watersound Studio, per passare alla perizia tecnica, alla maturità e alla qualità davvero alta di tutti i brani, ha tutti gli elementi che lo rendono un lavoro che non ha nulla da invidiare a dischi di band molto più esperte e blasonate.

A cavallo tra rasoiate in puro stile Annihilator, con un riffing che spesso ricorda proprio il famoso artista canadese che ha prodotto questo album (oltre che per gli ispiratissimi assoli), richiami alla Bay Area e al techno-thrash/speed metal di alta scuola, gli H-George sciorinano una prestazione maiuscola per tutta la durata del disco. Brani come la fantastica opener “Run Or You're Dead”, “Dirty Money” o la terremotate “(In)Sanity Homicide” non lasciano scampo, impossibile non essere presi da una voglia irrefrenabile di fare del sano headbanging! E’ anche chiaro che la band, con una prestazione corale maiuscola (Carlos dietro le pelli è inarrestabile e perfetto oserei dire) e di una prestazione vocale di ottimo livello ad opera di Max, sempre in bilico tra una aggressività non eccessiva che mi ha ricordato una via di mezzo tra un approccio all’Heavy in senso ampio e il Phil Anselmo di “Cowboys From Hell”, intende mettere nero su bianco un fatto innegabile, ovvero che loro son qui per trascinare l’ascoltatore con un songwriting dinamico e fresco, ma che tra le righe del disco la tecnica ha un ruolo direi determinante. I riff sono davero riusciti in quanto il buon H-George sa come rendere memorizzabile anche passaggi per nulla semplici. Una dote che pochi musicisti hanno.

Mentre altre mazzate di puro techno-thrash/HM ci assalgono – ascoltare ancora “Earthquake" per credere – non mi resta che giungere ad una conclusione. “Slave To Society” è uno dei migliori lavori di thrash tecnico che io abbia sentito ultimamente, e se pensiamo che si tratta di un debutto rimango ancora più sorpreso. Rimane solo da consigliare caldamente di acquistare questo album, per tutti gli amanti del thrash, del metal fatto con le palle è per me d’obbligo. Grandissima band e promessa che spero si confermi in futuro. Aspetto il prossimo album sin da ora!

Recensione a cura di: Kosmos Reversum
Voto: 82/100

Tracklist:
1. Run Or You're Dead 03:32
2. XTC 04:07
3. Terrorism 03:43
4. Dirty Money 03:36
5. Euthanasia 03:05
6. (In)Sanity Homicide 03:56
7. Death Penalty 03:37
8. Earthquake 03:53
9. Globalization 03:57
10. Neurotic 03:49
11. Slave Of Society 03:27
12. Kill Your Son 03:29
13. Hate 03:20

Total playing time: 47:31

http://www.myspace.com/hgeorgemetalbeer
http://www.h-george.com/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...