Vuoi qui il tuo annuncio? Scrivi a: hmmzine@libero.it

YASNA (Intervista)


Il loro strabordante debutto intitolato "Twilight Of Idols" (recensione QUI) ha ottenuto una ottima valutazione sul nostro sito, quindi siamo andati ad intervistare gli Yasna, band giovane ma che ha già molto da dire nel mondo del metal progressivo. Buona lettura!

01 - Ciao ragazzi e benvenuti su Heavymetalmaniac.it! Come e quando nascono gli Yasna?
Ciao! Gli Yasna nascono nel 2017 da un'idea del chitarrista Andrea Magrofuoco. È lui che, avendo già scritto un paio di brani, pian piano ha raccolto tutti gli altri componenti. La formazione si è stabilizzata solo nel 2019.

02 - Parlateci un po' di come è nato "Twilight Of Idols" e di come procedete a livello di processo compositivo.
"Twilight of Idols" è un'idea che nasce e si sviluppa gradualmente. Nonostante esistessero già alcuni brani, il 2020 è stato l'anno della svolta. Decidemmo di fare sul serio e registrare il primo singolo con videoclip, “Humankind's Prerogative". Da lì è stato un continuo impegno nel completare e rifinire tutto il materiale. Andrea è certamente il motore principale a livello compositivo, ogni brano porta la sua firma. Ma il coinvolgimento del resto della band è aumentato sempre più nel corso del tempo.

03 - Cosa avete voluto rappresentare con “Twilight Of Idols”? Quali sono i temi affrontati nelle liriche? C’è un messaggio per chi ascolta?
“Twilight Of Idols” è un concept album che tratta della riflessione filosofica dell'uomo. Il percorso che porta a rendersi conto della realtà delle cose, un cammino tortuoso verso la consapevolezza del proprio ruolo nel mondo. Di certo la filosofia di Nietzsche è molto presente, ma non è di certo l'unica tematica affrontata.

04 - Musicalmente quali sono le band che hanno influenzato voi come musicisti e di conseguenza questo album?
Le influenze della band sono molteplici, siamo tutti molto eclettici negli ascolti. Mantenendoci esclusivamente sul metal potremmo dire che Symphony X, Megadeth, Slipknot, Periphery sono stati sicuramente un'ispirazione per tutti noi.

05 - Come pensate di farvi conoscere? Avete in programma di fare delle date a supporto dell’album, anche se ora la situazione è davvero complicata?
Ogni mezzo è valido per la promozione, naturalmente oggi i social sono il media principale per la diffusione di contenuti. Ma senza dubbio la musica va suonata live e noi ci faremo sentire. Anche per questo da qualche tempo abbiamo intrapreso la collaborazione con Nova Era Records.

06 - Venite da una città come Messina. Come è la situazione adesso, ci sono locali dove suonare e band da farci conoscere in Sicilia? O quel poco che c'era l'ha portato via la pandemia?
La situazione di Messina purtroppo non è delle migliori. A parte qualche rara eccezione, non ci sono vere realtà che permettano di proporre musica inedita, complice anche il Covid. Purtroppo vivere al sud, in particolare a Messina, rende complicato ogni spostamento e questo è un problema quando si vuole suonare un genere come il metal, di certo più apprezzato altrove, anche all'estero. Band valide ce ne sono eccome, di ogni genere. Il problema è il poco “spazio” disponibile. Non è possibile creare una scena vera e propria qui.

07 - Sono passati quasi due anni dall’inizio della pandemia. Come ha influito tutto questo su di voi, sia come persone che come musicisti?
È innegabile che la pandemia abbia influito pesantemente sulla vita di tutti noi. Nel nostro piccolo, il Covid ha creato enormi ritardi nella produzione e post produzione del lavoro, per un periodo è stato difficile persino vedersi e provare assieme in sala. Dobbiamo ammettere però che siamo riusciti a sfruttare positivamente questo tempo, dedicandoci all'ideazione del primo singolo con videoclip e rifinendo con attenzione tutti i brani in modo da aver potuto iniziare le registrazioni una volta sbloccatasi la situazione.

08 - Quali sono i progetti futuri? Siete già all’opera su nuovi brani?
Al momento ci sono tante idee in cantiere, al più presto torneremo attivi anche in questo senso. Abbiamo acquisito una coesione molto forte e adesso più che mai abbiamo voglia di metterci in gioco. Potrebbe esserci qualche novità nel nuovo anno!

09 - A voi l’ultima parola…
Vogliamo ringraziare la redazione di Heavymetalmaniac per averci concesso questo spazio, tutti coloro che ci hanno supportato durante la realizzazione del disco e tutti coloro che lo ascolteranno. Non vediamo l’ora di potervelo fare sentire dal vivo!


Intervista a cura di Sergio Vinci

Nessun commento