22/11/11

Ars Macabra / Cosmic Ekpyrosis "Nil Sine Deo"

Split, Grom Records, 2011
Genere: Black Metal

Questo split edito dalla Grom Records è un dischetto interessante che propone 7 canzoni, delle quail 3 sono ad appannaggio dei capitolini (e redivivi, visto che di loro non si sente parlare granché) Ars Macabra, con I greci Cosmic Ekpyrosis, debuttanti, e che qui ripropongono per intero il loro EP “Eliminate the traces of reality”.

Partiamo con gli Ars Macabra: un gruppo, questo, che per questo split propone 3 canzoni caratterizzate da diversi stili compositivi che alle volte, come nella opener “Manifestation of the curse”, sembrano avere una chitarra in stile svedese ma che ci mette anche del proprio in quanto ad originalità e a puntate melodiche, rendendo il proprio stile sulla falsariga di gruppi come i Grabak. “L.U.X.” è invece la migliore delle tre e invece si differenzia per uno stile estremamente più disarmonico, che fa avvicinare il brano addirittura all’ottimo “Kenose” dei Deathspell Omega, sia nelle parti veloci che in quelle lente, e la canzone conclusiva è un mix di questi due stili. Il risultato, a parte alcuni dettagli come la mancanza di una chitarra ritmica sovraincisa, della quale forse si sente il bisogno, appassiona ma lascia anche un po’ confusi per la riproposizione di due stili diversi tra loro, che francamente vorremmo sentire anche su un full length per vedere più precisamente cosa sanno fare questi romani. In definitiva: un gruppo dalla personalità forse non molto definita in questo EP, ma che vale la pena di ascoltare.

I migliori dello split però, seppur di misura, sono senz’altro i Cosmic Ekpyrosis, che propongono sempre un black metal veloce e violento, ma più personale e a tratti influenzato sia dalla scena francese tipo Eternal Majesty, che da bands portoghesi come Decayed e Corpus Christii di “Rising”. La capacità del gruppo è quella di risultare comunque sempre abbastanza personale, con riffs sempre a tiro sia nelle eccellenti parti velocissime che in quelle più medio lente, la cui migliore canzone è proprio “Cosmic Ekpyrosis”, dotata tra l’altro di eccellenti incursioni melodiche che rafforzano più che mitigare l’atmosfera dei brani.
Insomma: gli Ars Macabra incuriosiscono e i Cosmic Ekpyrosis convincono. Bello split, il cui ascolto e l’eventuale acquisto è consigliabile agli appassionati del genere. Ben fatto, Grom records!


Recensione a cura di: Snarl
Voto: 75/100

Tracklist:
1. Ars Macabra - Manifestation of the Curse 05:38
2. Ars Macabra - L.U.X. 05:41
3. Ars Macabra - Breed of Cain 05:35
4. Cosmic Ekpyrosis - Intro 01:33
5. Cosmic Ekpyrosis - Cosmic Ekpyrosis 05:56
6. Cosmic Ekpyrosis - Eliminate the Traces of Reality 06:17
7. Cosmic Ekpyrosis - The Devilish Angel


www.myspace.com/arsmacabra
www.arsmacabra.com
http://www.myspace.com/cosmicekpyrosisofficial

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...