KONFIRMAT "Leute" (Recensione)


Full-length, Independent
(2019)

Dev'essere un segno dei nostri tempi che sia molto più facile ascoltare un disco di quanto non sia trovare informazioni sullo stesso. Avevo voglia di ascoltare qualcosa di industrial metal – almeno quello lo scrivono ovunque a chiare lettere – e su youtube mi era capitato questo. Ma poi, cacchio, non si trova assolutamente nulla! Il loro sito è in cirillico perché sono una band che viene dalla Russia (senza amore), ed anche dopo aver scoperto che è possibile tradurre in inglese i contenuti, non si riesce a capire molto lo stesso perché tutto ciò che si limitano a scrivere sono supercazzole artistiche che lasciano il tempo che trovano. 

Comunque, risulta accertato che sono una band russa, che hanno scelto di cantare in tedesco, che danno molto peso all'aspetto scenografico delle esibizioni live, che sono una INDUSTRIAL METAL BAND (sì, questo lo scrivono davvero ovunque), che questo “Leute” è uscito il 22 marzo 2019. Per quanto riguarda le supposizioni, credo si tratti del loro debutto musicale (in quanto non si trova altro), credo sia autoprodotto (non ho trovato alcun riferimento ad etichette, salvo la possibilità di comprare i files online), credo la band esista dal 2017 (come dimostra la loro attività live). 
Per quanto riguarda la musica, o meglio il contenuto artistico, allora, possiamo dire che i Konfirmat sono una specie di Rammstein-wannabe e sanno davvero fare il loro mestiere. Ok, non è che solo i Rammstein suonassero questo genere in questo modo, ma sono il nome di punta e sicuramente trai codificatori dell'aspetto più noto del genere (potremmo citare anche certi KMFDM, magari). 
E poi, i Konfirmat sono proprio simili alla band di Till Lindemann, con i loro riffoni semplici e squadrati, con l'alternanza tra strofe grattate (in questo caso al limite del death/thrash) e ritornelli puliti ed aulici, l'uso delle tastiere in senso a volte danzereccio, a volte spiccatamente sinfonico ed epico. Dal punto di vista ritmico, i brani sono squadrati ed essenziali, e la predilezione per la forma canzone non esclude comunque un approccio abbastanza sofisticato per quanto riguarda gli arrangiamenti e non esclude comunque la capacità di spaziare tra momenti diversi (anche prossimi alla ballad). 

Il risultato finale è davvero buono. E' chiaro che dietro c'è un ottimo lavoro ed un cervello, non c'è niente di improvvisato, dalla scelta dei suoni al modo di arrangiare i pezzi: “Leute” è il lavoro di un gruppo che ha piena consapevolezza dei propri mezzi e sa come usarli alla perfezione. Certo, se è il capolavoro che cercare, allora qua non ne trovate: manca ancora qualcosa a livello di puro istinto compositivo, e la faccenda della somiglianza coi Rammstein (ed in generale con tutti i più grossi nomi della scena industriale crucca) è davvero un forte limite, per loro. Ma considerato che si tratta di un debutto autoprodotto (a quanto è dato di capire!), allora possiamo proprio dire che di tempo per maturare ne hanno ancora molto. 

Recensione a cura di: Fulvio Ermete
Voto: 73/100

Tracklist:

01. Intro
02. Konfirmat
03. Leute
04. Monolog
05. Sonnenscheine
06. Drogenlied
07. Auf der anderen Seite
08. Du Wirst
09. Kreuz
10. Hiroshima
11. Auf der anderen Seite (Instrumental) 

WEBLINKS:

1 commento:

  1. Grazie mille per la recensione. È possibile visualizzare la maggior parte delle informazioni all'indirizzo https://vk.com/konfirmat_band

    RispondiElimina