Vuoi qui il tuo annuncio? Scrivi a: hmmzine@libero.it

IREFUL "The Walls of Madness" (Recensione)


EP, Defense Records
(2021)

Gli Ireful sono una band proveniente da Palermo e che si è formata recentemente, ed inizia il proprio curriculum discografico con questo ep di esordio intitolato "The Walls of Madness", contenente cinque tracce (la versione giapponese stampata da Spiritual Beast Records ha 2 bonus track in più), che impressionano sotto molti punti di vista. Se è vero che questa band non inventa niente di nuovo, è anche vero che la loro furia, ben supportata da una tecnica non trascurabile per la loro giovane età anagrafica, consente loro di portare a casa un risultato convincente, grazie ad un ep che è una fucilata in pieno volto, dove la parte del leone la fanno le chitarre di Thunderbolt (Matteo Sòllima) e MadPig (Fabrizio Ingallina), due chitarristi in grado di infondere il giusto mood a dei pezzi che godono di un drumming quasi sempre tirato a cura dell'ottimo Vio-Ful (Fulvio Campanella).

Scorrendo le note biografiche della band, possiamo notare che le loro influenze principali derivano da nomi come Exodus, Kreator, Vio-Lence, Dark Angel e Bulldozer, ma se posso essere sincero, sin da quando ho sentito il ruggito delle chitarre dell'opener "Panzerschreck" ho subito pensato ai Metallica di "Master Of Puppets", e la stessa cosa vale per la seconda traccia in scaletta, ovvero "Fear and Loathing on U-96". Queste due canzoni presentano diverse parti in mid tempo e si rifanno quindi al tipico thrash metal di gente come Metallica o Testament.. Questo aspetto riguarda anche il suono di batteria, davvero simile a quello usato dai Metallica in quell'album. Detto questo, però, c'è da dire che l'approccio dei Nostri al thrash metal è decisamente più estremo rispetto ai Metallica degli inizi, ed in effetti le influenze dei primi Exodus o dei Dark Angel, piuttosto che Kreator vengono a galla, soprattutto a partire dalla terza traccia "Sicko's Short Fuse", dove la band inizia a picchiare come non ci fosse un domani, e prosegue così fino alla conclusiva "The Walls of Madness". Quindi, in buona sostanza, le prime due tracce sono più in stile bay area thrash metal, mentre dalla terza si fanno vive anche le influenze più vicine al thrash metal europeo.

Questo ep è stato stampato da diverse label in tutti i formati (cd, tape, LP 12") ed è stato prodotto e registrato da Marco Cangelosi allo Stratjvari Recording Lab (Palermo) e mixato e masterizzato da Lorenzo Bellia (Noia, Murk, Nightshock) presso Audiovolt Studio (Firenze). Ora tocca a voi, cari thrashers, supportare questi giovani dalle belle speranze, che non esagero a definire come l'ennesimo orgoglio italiano pronto ad esplodere nel mondo. Promossi alla grande!

Sergio Vinci
Voto: 78/100

Tracklist:

1. Panzerschreck 06:01 
2. Fear and Loathing on U-96 05:08 
3. Sicko's Short Fuse 04:54 
4. Rusty Nail 01:50 
5. The Walls of Madness 05:16 
+
6. Zombie Attack live (Tankard cover) *** Only in japanese CD ***
7. Rusty Nail live *** Only in japanese CD ***

DURATA TOTALE: 23:09

Line-up:
1. Medusa (Anselmo Calaciura) – Voce Basso
2. Thunderbolt (Matteo Sòllima) – Chitarra
3. MadPig (Fabrizio Ingallina) – Chitarra
4. Vio-Ful (Fulvio Campanella) – Batteria

Weblinks:
Bandcamp
Facebook 
Instagram

Nessun commento